Inner Space # 5

07/03/2010

Come la pelle al vento gelido,
così la corteccia si apre,
in sottili fessure, li
dove il ramo inclina, stretto,
verso il terreno. Nell’ombra
muschi licheni e felci
abitano un luogo quieto.
Solo poco distante, in un fosso
il vento mulina e scompiglia,
portandomi via il senno,
e lasciandomi così, pazzo
e affamato d’amore,
ai piedi del tiglio,
che ride, con il vento tra i rami.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: